My Holiday: Disneyland, Paris and Montreux Jazz Festival

Qui sul blog non sono mai mancata, in quanto avevo preparato dei post. Mentre sul canale YouTube, credo di essere mancata per un periodo di tempo abbastanza lungo.

Questa pausa è stata riempita dalle mie vacanze.

Non mi soffermo di più in quanto dico tutto nel video.

Vi lascio solo dei link che potrebbero tornarvi utili:

Birrificio Pedavena

Besançon

Poligny

Disneyland Paris

Davy Crockett

Brighton & Hov Youth Big Band

3

1

4

5

10

9

8

7

6

2

11

12

13

14

 

15

16

26

17 18

19

20

21

22

23

24

25

 

 

ENGLISH VERSION

Here on the blog are never missed, because I had prepared the post. While on the YouTube channel, I think I’m missing for a period of time long enough.

This break has been filled from my vacation.

I will not dwell more because I say everything in the video.

I leave you only the links that might like to hear about:

Birrificio Pedavena

Besançon

Poligny

Disneyland Paris

Davy Crockett

Brighton & Hov Youth Big Band

 

 

ArtEC

 

 

Spese di Spedizione su Etsy – Shipping on Etsy

Come qualcuno di voi avrà sicuramente notato, lo shop su Blooming non esiste più.

Questa è stata una scelta abbastanza combattuta, ma che a lungo andare spero mi ripaghi. Per quache mese i due shop sono rimasti attivi entrambi, e adesso è ora di averne solo uno di riferimento.

E questa è giusto la prima novità.

Un’altra grande svolta sono le spese di spedizione. Da oggi GRATIS. Sì sì avete capito proprio bene. Ho deciso di venire incontro  a voi e di eliminarle del tutto.

Il servizio non cambierà, la qualità sarà sempre la stessa (Poste Italiane per buste e Corriere per pacchi).

Un motivo in più per pensare a dei prossimi regali.

 

ENGLISH VERSION

As some of you will have noticed, the shop on Blooming doesn’t exists.

This was a difficult chioice, but in the long term I hope it’ll repay me. For few months both shops were active, but now it’s time to have only one reference.

And this is just the first breakthrough.

Another great turn are the shipping charges. From now FREE. Yes yes. I decided to meet you and to eliminate them altogether.

The service will not change, the quality will always be the same (for the envelopes Poste Italiane; for the packs Courier).

One more reason to think about the next gifts.

 

ArtEC

 

Il Punto: Body Revolution

Oggi ho deciso di parlarvi del body revolution, ma le considerazioni finali.

Vi ho fatto partecipare al mio percorso e vi lascio tutti i link utili (primo mese, secondo mese, terzo mese).

Visto che per ogni step che passo vi scrivo le mie impressioni, ho deciso di fare anche un post finale in cui raccolgo tre mesi di lavoro, sudore e soddisfazione.

Parto con il dirvi che ad ottobre 2013 avevo già iniziato lo shred. In teoria avrei dovuto iniziare con il br, ma il fatto che durasse tre mesi mi aveva lasciata un po’ perplessa. Avevo paura di mollare prima della fine. Per quanto sia determinata, l’ambiente e le persone possono farti facilmente cambiare idea o mollare.

Trovai un po’ di difficoltà nei primi cinque giorni di allenamento. Poi dopo circa 20 giorni ho dovuto mollare, causa terribile influenza intestinale che mi ha letteralmente messo a ko per una settimana (e colpì tutta la famiglia, altrimenti che gusto ci sarebbe…).

Passarono troppi giorni per riprendere e decisi di lasciare perdere. Complici le feste di Natale, Capodanno ed Epifania non ripresi e non mi venne voglia di riprendere. Anche se alcuni risultati c’erano stati. Diciamo discretamente visibili.

Verso la metà di febbraio 2014 invece ritorna la voglia. Non tanto in vista dell’estate, la prova costume, della quale non mi è mai interessato nulla. La voglia di mandare via la pancetta che mi era rimasta dopo il parto. E voi direte: bè sono passati un po’ di anni (esattamente cinque). E vi dico che avete ragione, ma, insieme alle smagliature e alla cellulite … non se ne sono andate.

Quindi mi sono detta perché non provare.

Questa lunga premessa, che secondo me serve per farvi capire come sono arrivata ad un certo punto e perché ho voluto.

Questa volta mi sono studiata bene il br, per capire che tipo di esercizi ci fossero, come si strutturava il programma e la settimana. Mi sono imposta di prendermi mezz’ora (in realtà un po’ di più) per me. E così ho fatto.

Volere è potere.

Non è un semplice detto. E’ uno stile di vita.

Quindi ho iniziato, con qualche dolore muscolare i primi giorni, ma nulla di che.

La prima cosa che mi ha piacevolmente stupita è che dopo l’allenamento non ero stanca, anzi. Avevo più energia e mi sentivo meglio con me stessa. Per me bastava già quello.

Ma ovviamente andando avanti con l’allenamento, si iniziavano a vedere dei cambiamenti.

Quando metti dei pantaloni e i senti scendere, e bisogna metterci una cintura (anche se la odi) per non ritrovarti con il sedere di fuori.

Piccoli segnali, ma importanti.

Poi ti accorgi che la cellulite è sparita quasi per magia. Ci sono ancora delle piccole tracce, che sicuramente spariranno.

Il tuo lato B si tonifica, si alza e lo senti proprio più sodo.

Vedi la pancia che si tonifica, i muscoli che lavorano come dovrebbero, e che diminuisce.

Sono rimasta molto stupita dai centimetri che ho perso nella vita. Non credevo di perdere così tanto. Soprattutto e teniamo in considerazione il fatto che non seguo una dieta alimentar particolare (non mangio patatine, Nutella e fritti tutti i giorni ecco, mi tengo ogni tanto, ma nulla di che).

Settore tisate & co.: se vi può interessare posso fare un post dedicato, in quanto sono una bevitrice. Al giorno bevo almeno un tè verde, una tisana e a rotazione tè nero, tisana i frutti rossi, tè verde e menta etc… Mi piacciono proprio quindi quando trovo anche dei gusti particolari li prendo.

Non ho avuto forti dolori muscolari, se non inizialmente, ma sempre non forti. Ho applicato gel d’aloe e una crema all’arnica. Per me è bastato, ma comunque bisogna seguire le istruzioni di Jillian, per non farsi male.

L’ultima settimana invece è stata di fuoco in quanto mentre finivo il br, ho iniziato lo shred. Quindi doppio workout. Faticoso? Sì, ma non eccessivamente.

L’attrezzatura necessaria è: un tappetino, pesi ed elastico (che io ho sostituito sempre con i pesi). Quindi poche cose, facilmente reperibili e che possono sempre essere utili.

In definitiva io lo consiglio, ma vorrei dirvi una cosa.

Non cercate di convincervi ad iniziare andando a leggere o vedere i miglioramenti di altre persone. Cercate le informazioni che vi servono in rete, anche in lingua originale (in questo caso in inglese) e pensate con la vostra testa. Mettete giù un piano relativo alla ginnastica anche in base ai vostri gusti e alle vostre possibilità. Prima di cominciare dovete essere convinti voi, non dovete convincere la parentela o gli amici o il marito. La battaglia è vostra. Le persona intorno a voi potranno supportarvi oppure no. Ma voi dovrete continuare con le vostre forze.

E’ un modo per conoscerci meglio e conoscere i limiti del nostro corpo.

Spero possa essere utile a chi vuole iniziare o chi sta cercando delle informazioni in merito.

E qui vedrete il mio prima e dopo.

ArtEC

Ra Earrings

Buongiorno. Da un po’ di tempo a questa parte ho deciso si creare delle linee particolari e sicuramente vi incuriosiranno.

Nel caso specifico, vi introduco la prima creazione riguardante l’Antico Egitto.

Si tratta di orecchini, in finta pelle nera, raffiguranti l’occhio di Ra.

Questo simbolo era utilizzato anche come amuleto ed era il simbolo di prosperità, della buona salute e del potere regale.

Questo simbolo però segue delle regole particolari, soprattutto per quanto riguarda le misure. Come sappiamo, gli Egizi erano molto attenti e rigorosi.

 

E tenendo proprio conto di queste proporzioni ho creato questi orecchini. Leggeri, in contrasto con il colore della pelle, sicuramente non passerete inosservati.

Leggeri e di facile applicazione, li potrete acquistare qui.

ArtEC

Jetsetter Crochet Sweater

Buongiorno.

Finalmente riesco presentarvi l’ultima delle tre maglie all’uncinetto che ho fatto in due mesi circa.

Questa è molto adatta all’estate, in cotone bianco, leggera e allo stesso tempo comoda.

Ed eccola.

Si chiama Jetsetter Sweater e lo potete trovare sul numero di Maggio/giugno 2012 di Crochet Today!

2ArtEC

Voci precedenti più vecchie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.185 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: