Regali in Un Barattolo by Ashley Andrews

Buon pomeriggio.

San Valentino si sta avvicinando (lo so che manca poco meno di un mese, ma cominciate a pensarci fin da ora) e trovare un’idea originale è quasi sempre un’impresa, soprattutto se si sta insieme da diversi anni e magari si convive già.

Al vostro lui o alla vostra lei piace scoprire ed assaporare cose nuove?

E allora questo libro fa per voi: Regali in Un Barattolo by Ashley Andrews.

Questo piccolo ricettario è una vera miniera di idee: da adattare per ogni occasione!

Quindia adesso non avete più scuse: se non avete idee, mettetevi ai fornelli.

 

ArtEC

L’étranger – Albert Camus –

 

Buongiorno. Oggi vi vorrei parlare di un libro che ho letto recentemente, e come sempre, darvi le mie impressioni.

Parto con il dire che ho deciso di leggerlo in lingua originale, per tutta una serie di motivi che non sto qui a spiegarvi, ma che mi ha fatto molto piacere.

Il linguaggio è semplice e la lettura scorre veloce.

Il titolo del libro è “L’étranger” (lo straniero) di Albert Camus.

Il racconto inizia con la morte della madre del protagonista. Diciamo un inizio non molto felice; ma continuando la lettura sarà ancora peggio. O per meglio dire, sarà un susseguirsi di vicende, coincidenze che renderanno la trama avvincente e allo stesso tempo vi farà meditare molto.

Sì perchè se la storia di per sè è anche un po’ assurda, dall’altro lato cela una parte filosofica-di pensiero e di introspezione.

Tutto ruota sul significato della vita, del significato che diamo noi tutti i giorni, per come ci vedono gli altri e del ruolo che ricopriamo noi nella società.

Bisogna guardare oltre la storiella che viene raccontata.

E non vi nascondo che questo genere di libri mi piace particolarmente.

Volevo sottolineare che Camus non è considerato un autore esistenzialista, ma viene comunque accostato a Sartre. Altro autore del quale vi ho già parlato.

Lettura consigliata insomma.

 

ENGLISH VERSION:

Good Morning. Today I would like to talk about a book I recently read, and as always, give you my impressions.

I start by saying that I decided to read it in the original language for a variety of reasons that I’m not here to tell you, but I was very pleased.

The language is simple and fast flowing reading.

The book’s title is “L’étranger” (the stranger) by Albert Camus.

The story begins with the death of the mother of the protagonist. Let’s start a not very happy; but continuing the reading will be even worse. Or rather, it will be a succession of events, coincidences that make the plot exciting and at the same time you will meditate a lot.

Yes, because if the story itself is also a bit absurd, on the other side lies a partphilosophical thought and introspection.

Everything hinges on the meaning of life, the meaning we give to us every day, for as others see us and the role we play in our society.

You have to look beyond the story being told.

And do not deny that this kind of book I particularly like.

I wanted to point out that Camus is not considered an existentialist author, however it is matched with Sartre. Another author of whom I have already spoken.

Suggested reading.

 

ArtEC

 

 

France Guillain – Recensione de “Il Metodo France Guillain”

Ho finito di leggere questo che ritengo essere un manuale. Sto parlando del libro intitolato “Il Metodo France Guillain” di France Guillain.

Dico già tutto nel video, ma vorrei aggiungere solo una precisazione.

Per quanto riguarda frutta e verdura prediligere il chilometro zero, e questo lo dicono in tanti. Ma il consiglio in più è provare a frequentare più spesso i mercati rionali, perchè si possono trovare dei produttori diretti che di tanto in tanto vendono la loro frutta e i loro ortaggi in genere. E spesso i prezzi sono molto convenienti. Vi faccio un esempio: in inverno nel mio paese c’è un produttore che vende le mele a € 0,80, sono molto profumate e buone e costano di meno che al supermercato.

Bisogna avere la pazienza di farsi dei bei giri e di guardare tutte le bancarelle.

Detto questo vi lascio al video.

watch?v=XhdJ14qEJLo

ArtEC

Il Libro delle Canzoni dei Beatles -Alan Aldridge-

Anche questo libro è stato acquistato parecchi anni orsono, ma ovviamente è sempre di attualità.

Continuando la libreria di una beatlesiana, un bel manuale con i testa della maggior parte delle canzoni, la loro traduzione al fondo, e sempre al fondo, troviamo un indice ben curato e molto utile quando si cerca “quella” canzone in “quel” momento.

Il libro è stato curato da Alan Aldridge, un illustratore e grafico di indubbia bravura e originalità. Il libro è disseminato di illustrazioni, fotografie e ritocchini a originali, che vengono sapientemente affiancate ai testi delle canzoni.

Illustrazione di “Magical Mystery Tour”

Come dicevo la traduzione è molto utile, ma fino ad un certo punto: quando acquistai il libro il mio inglese era ancora molto scolastico, quindi mi interessava capire il testo, giusto il significato delle parole, per ampliare il mio linguaggio. Con il passare del tempo, capì che quello è un approccio iniziale e giusto, ma superficiale rispetto al lavoro degli Scarafaggi. Bisogna sì capire il significato delle parole della canzone, ma come per un romanzo, contestualizzarle per avere un vero significato globale e completo. Contestualizzarlo non solo sul piano storico, ma anche sul piano sociale e della vita privata dei singoli membri, nonchè del gruppo stesso.

” Una mattina mi svegliai, mi misi al piano e comincia a suonare. Ne venne fuori questo pezzo. Perchè è così che succede, sapete, i pezzi vengono fuori da soli. Però non mi riusciva assolutamente di trovargli un nome, così, sul momento, lo chiamai “Scrambled egg”. Per un paio di giorni gli restò questo nome. Poi pensai alla parola Yesterday e le parole cominciarono a venire e diventò una canzone” Paul.

All’interno poi si possono trovare delle chicche: alcune frasi che vennero dette durante la stesura del libro e alcune molto celebri, ripetute in varie occasioni.

Tra le illustrazioni che mi piacciono, sicuramente la preferita è la seguente:

Tomorrow Never Knows

Alcune informazioni aggiuntive: Oscar Mondadori, 212 pagine.

Buona lettura.

ArtEC