Il Muro -Jean-Paul Sartre-

Il libro in questione  è “Il muro” di Jean-Paul Sartre, scrittore e filosofo francese.

In questo articolo vi ho già raccontato dell’incontro con questo libro e del motivo del mio acquisto.

Quindi passo subito alla trama: il libro è un insieme di cinque racconti, molto diversi l’uno dall’altro, ma che hnnno un denominatore comune: il muro.

1° Racconto: “Il muro”

Si parla di condannati a morte in Spagna, nel periodo di Franco. I personaggi vengono letteralmente scavanti nell’anima, in ogni singola emozione ed in ogni istante precedente la chiamata.

2° Racconto: “La camera”

Qui c’è una donna che cerca di curare suo marito, diventato pazzo. Viene esortata anche dai genitori a lasciarlo, in modo che di lui si occupasse una struttura specializzata, ma nulla smuoverà quella donna.

3° Racconto: “Erostrato”

Qui un uomo vuole essere ricordato e trova forse uno dei modi peggiori: uccidere dei suoi simili. Giorno dopo giorno studia minuzionamente il momento adatto e le possibili vie di fuga. Pensa anche di tornare indietro, ma alla fine cede.

4° Racconto: “Intimità”

Lulù vive un amore particolare; quando si accorgerà quello che vuole se ne separerà. Ma sarà la decisione giusta e definitiva?

5° Racconto: “Infanzia di un capo”

Qui troviamo un ragazzo che ha delle fantasie veramente perverse. La sua mente vaga alla ricerca di una soluzione alla sua esistenza; arriva perfino ad avere un rapporto omosessuale. Capisce che quella non è la strada giusta e continua la sua ricerca. Alla fine lo porterà a capire che lui è nato per essere un capo, un leader e, come d’incanto, in un bar, gli appare tutto il suo percorso di vita ben definitov, finalmente chiaro.

All’inizio sono rimasta delusa, poi mi sono spinta più in là, dicendomi che dovevo continuare a leggere. Se quel titolo mi aveva attirato così tanto, un motivo ci doveva essere. E alla fine non mi ero sbagliata: semplicemente viscerale, ti scava dentro, in quanto puoi riconoscere in quei racconti dei sentimenti, o delle situazioni, che hai vissuto, e magari anche tu hai pensato quello che in quel momento sta pensando il personaggio. In quietante le lettura della mente umana, in un modo reale e non fantastico.

Lettura quindi consigliata, ma allo stesso tempo vi dico: leggete e alla fine fate un resoconto, durante la lettura non pensate.

ArtEC

One thought on “Il Muro -Jean-Paul Sartre-

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...